Aevum Nova Vita 2012

Pubblicato: marzo 24, 2012 in Saranno famosi
Tag:, , , , , , , ,

Nell’ottica di pescare qualcosa di nuovo e valido mi sono imbattuto negli Aevum, band torinese che con mia sorpresa suona Gothic Metal. Il fatto mi ha piuttosto incuriosito perchè il genere da noi ha molto seguito verso gruppi affermati del nord-Europa ma come sonorità forse non è proprio nelle nostre corde, nè per tradizione nè per scelta; ed allora sono rimasto colpito da questo progetto italiano che peraltro, come vedremo, presenta delle particolarità che lo rendono abbastanza interessante. Nova Vita è il titolo dell’ EP composto da sei tracce, delle quali due (la prima e l’ultima) fungono in effetti da intro e da outro.

L’ensemble è formato da ben sette elementi: Evelyn Moon ne è la voce solista, soprano, autrice dei testi che spesso prendono spunto dalla letteratura. Hydra è il contaltare maschile, canta pulito e in scream. Ian è il tastierista  e colui che è deputato a creare le atmosfere della band; Violet, altra fanciulla degli Aevum, è la bassista oltre che corista. Richard è al piano e cura gli arrangiamenti, inoltre canta in growl come seconda voce. Con la sua Les Paul Lord of Destruction si occupa di inventare riff e, a chiudere, Flavus doma le pelli. Curiosa la scelta di utilizzare dei nickname ma, unita al look utilizzato fatto di mantelli, cappucci e maschere, concorre a creare il giusto spirito nel rapporto tra i personaggi e la musica; di certo non passa inosservata.

Nova Vita è il loro secondo Ep, autoprodotto come il precedente e registrato presso gli Ayr Studio di Torino. Giusta menzione anche per la copertina ed il logo, molto intonati al genere e di bell’effetto. Spiazzano subito alcune scelte musicali che prevedono parti narrate recitanti brani letterari, pezzi cantati in italiano ed in inglese, alternanza di growl, scream e clean. Aggiungo che in più, non manca qualche citazione in latino.

Venendo all’ascolto l’opening è affidata a Inno alla Bellezza, breve ouverture narrata sulla omonima lirica di Charles Baudelaire.

My Poison è la vera partenza musicale del disco; un vero e proprio ping pong vocale tra Evelyn Moon e Hydra, tra versi in italiano e in inglese, si prende la scena. Il consueto contrasto tra la voce lirica ed il growl viene spalleggiato da un sound robusto ed epico. In Your Eyes My Moon I Can Feel Your Soul in My Blood…è il refrain centrale del pezzo.

Dreaming è un pezzo inquietante nel quale un riff di chitarra rompe un”atmosfera in crescendo per far volare la song ad un ritmo sostenuto. Molto bello l’impasto vocale tra le due voci, un connubio davvero riuscito. Notevole è anche l’alternanza di tempi e di atmosfere, merce rara a mio parere in ambito gothic metal. Ottimo il lavoro delle tastiere a creare il terreno ideale sul quale sviluppare l’intera traccia. Convincente.

Breve interludio, From Dust To… scorre veloce ed incalzante per poi risolversi con un narrato dantesco in sottovoce, chiuso da note malinconiche del piano.

La title-track è il brano più potente e tirato, con una sezione ritmica massiva e compatta ad accompagnare la melodia tessuta da chitarra, tastiere e piano. Sono presenti tutti gli ingredienti del gothic e tra questi va sottolineato di nuovo il bellissimo intersecarsi delle voci e degli idiomi. Si tratta del pezzo della durata maggiore, circa dodici minuti, una sorta di mini suite ispirata alla Divina Commedia, impreziosita pure da un bel solo della chitarra di Lord of Destruction.

Canon in F minor chiude l’ EP, contrappunto che potrebbe (?) avere reminiscenze di Chopin in chiave moderna, quasi un carillon.

Un Ep per sua natura non pùò mai mostrare il volto completo di un gruppo, di un musicista; troppo breve. La proposta degli Aevum comunque mi intriga per vari motivi che fanno sì che la band torinese riesca a distinguersi nel territorio gothic per le proprie peculiarità. Probabilmente ci sono aspetti da modificare e da migliorare ma l’impianto sonoro è di qualità e le voci, ribadisco, assolutamente all’altezza. Come sempre c’è da augurarsi che riescano a suonare il più possibile per farsi conoscere.

Max

Advertisements
commenti
  1. sine ha detto:

    bellissima recensione, molto dettagliata…e ho la fortuna di avere già il loro Ep!
    Si, ci si augura che possano suonare il più possibile in giro per farsi conoscere,anche perchè ogni loro live è un esplosione di emozioni!!!

  2. Giacomo ha detto:

    Si del vero gothic metal finalmente!! rispetto a tutta quella massa commerciale, senza differenze e idee valide che si ritrovano ormai nella maggiorparte dei gruppi che si classificano in questa categoria

  3. angy ha detto:

    Ho comprato il loro EP. innovativi , particolari e concettuali.. Ottima recensione! condivido i pareri espressi!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...