Firelord The Burning E.P.

Pubblicato: marzo 29, 2012 in Saranno famosi
Tag:, , , , ,

Non è facile suonare così massicci e potenti solo in tre ma i giovani torinesi Firelord ci riescono e anche in modo molto soddisfacente. Autori di un Doom Metal che molto deve ai sacri Black Sabbath, presentano il loro primo EP  intitolato The Burning E.P. Cinque brani, vigorosi e tirati, nei quali mostrano la loro forza d’urto che è senz’altro notevole. Sound scuro e pesante come nella migliore tradizione, infarcito da sferzanti soli di chitarra; declinano le evidenti influenze doom insieme ad altre stoner, per un riuscito e godibile cocktail che voglio segnalare agli amanti del metal. Come detto la band è formata solo da tre elementi: Mario E. Bussini, chitarra e voce, Giulio Buscaglione alla batteria e Dario Giuva al basso. Questo  aspetto mi sorprende mentre ascolto il disco perchè continua a sembrarmi incredibile l’energia che riescono a trasmettere con una line-up ridotta al minimo. L’Ep è autoprodotto.

Time for Vengeance è il pezzo di apertura e mai partenza fu più felice. Bussini si presenta con la sua voce che, personalmente, a tratti ricorda da vicino il grande Lemmy Kilmister. Basso e batteria traducono in un ritmo scuro e feroce l’armonia del brano che si potrebbe collocare perfettamente in un vecchio album dei Sabbath. Il suono inconfondibile del Jazz Bass di Dario Giuva segna pesantemente la song con linee dure e pulsanti. Compare anche un primo solo di chitarra, bello e tirato seppur brevissimo.

Con Crazy Little Witch prosegue il viaggio dei Firelord sulla strada di un doom lento e cadenzato, dove la chitarra comincia a spingere di più e a reclamare uno spazio maggiore. E’ come fare uno splendido tuffo nel passato ma non si tratta di un semplice tributo; il gruppo ci mette del suo, sputa fiamme e fuoco, potenza e passione. E’ indubbio che Iommi e compagni abbiano insegnato tanto ma prenderli come modelli e cercare di attualizzarli non è peccato, anzi. Individuare come “docente” una delle band più influenti della storia dell’hard-rock e del metal è una scelta saggia. Voglio segnalare un ottimo solo del chitarrista nella seconda metà del pezzo.

Anche  Riding with the Death gode di una certa immediatezza; i riff sono ben calibrati, il suono “sporco”  e distorto nella giusta misura. Basso e batteria continuano a recitare un ruolo di primo piano, rimanendo con buona tecnica nel territorio di appartenenza, senza avventurarsi oltre. La voce del singer si incastra molto bene con le sonorità generata dalla band. Osservo con piacere (nota del tutto personale) che il suono del basso si sente, cosa non molto comune sopratutto nelle produzioni italiane.

Conquest Unseen si apre con un giro distorto di chitarra, che verrà ripreso e dilatato molto efficacemente poi. Ascoltare queste parti solo, importanti nell’economia dei brani di questo genere, è una prelibatezza; complimenti a Mario Bussini che si disimpegna in modo davvero egregio. Una delle tracce che più mi hanno entusiasmato.

The Burning E.P. è chiuso da Fighting-Devils Inside of You. In questa traccia, forse più che nelle altre, il richiamo del timbro del singer a quello di Lemmy è palese. Permane la piacevole sensazione di coinvolgimento, di immediatezza della musica dei Firelord; la ritmica procede spedita e regolare, forse anche troppo.

Una gradita scoperta dunque questi Firelord, un ottimo inizio per loro. Credo che sulla lunga distanza, quella di un Cd, necessitino ancora di qualcosa, di ampliare un pò lo spettro del loro sound per cercare di evitare la ripetitività. Forse anche osare qualcosa in più sui tempi, pur se questo li dovesse momentaneamente spingere oltre il loro ambito. Ma come recita quel detto ” se il buongiorno si vede dal mattino…” dovrebbe essere una buona giornata senz’altro !

Max

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...