Tenebris Alpha Orionis 2013

Pubblicato: aprile 25, 2013 in Recensioni Uscite 2013
Tag:, , , , , , , , ,

frontEnnesima uscita proveniente dal sempre più vivace ed inesauribile filone polacco; questa volta tocca ai Tenebris, alfieri di un prog metal variato e accattivante che presentano Alpha Orionis, quarto episodio in studio del loro catalogo. Tipico esempio di una band tutto sommato poco conosciuta nonostante abbia dalla sua un discreto cammino, lontana dal mainstream e dunque a rischio di essere inghiottita nel nulla, offre un album piuttosto particolare e con non troppi punti di contatto con i gruppi di genere.

Difficile infatti cercare di regimentare il sound del quintetto, in grado di mescolare tra loro metal, elementi prog, scorribande ed atmosfere prossime al death; alternano infatti, come in una giostra impazzita, vette ed abissi, picchi e profondità, senza soluzione di continuità, “costringendo” dunque ad un ascolto attento, teso a non perderne il filo ma neanche le variazioni e le sfumature di cui è composto.

La storia in pillole del combo narra di un esordio collocato nell’ormai lontano 1994 (The Odious Progress), di un secondo lavoro due anni dopo e di un lungo salto sino ad arrivare a 4 anni fa per Leaving of Distortion Soul, salto durante il quale la band in pratica si è sciolta per poi riunirsi attraverso un gran via vai di musicisti.
Il quintetto di Lodz pertanto non è mai stato troppo prolifico anche perché evidentemente è rimasto sempre un pò in retroguardia, non riuscendo a sfruttare l’ onda lunga di successo di altre band conterranee, forse più accessibili.

Spesso viviamo anche di suggestioni e dunque il fatto che i Tenebris abbiano fatto da opening act per i Voivod può avere il suo peso ma se dovessi tracciare un parallelo con un’altra band, il primo nome che mi verrebbe in mente sarebbe proprio quello del gruppo canadese (ovviamente, con le dovute cautele). Non tanto e non solo per il sound sprigionato da Szymon e compagni ma sopratutto per le sensazioni che ne derivano all’ascolto.

Ad ogni modo Bartek Sapota (basso), Grzegorz Graczyk (batteria), Primer (chitarra), Karki (tastiere) ed il già citato Szymon (voce e chitarra) sfornano un disco più ambizioso del precedente, vario e stimolante da seguire; ogni musicista si percepisce dotato di buon talento e l’insieme del gruppo esce bene, lavorano di squadra e producono un disco estremamente movimentato, mai noioso.

Così variato che è addirittura in grado di spiazzare, passando da atmosfere quasi parossistiche come per l’opener PSI’k on Out ( sognante, iperbolica e poi cacofonica, segnata dal growl di Szymon) ad altre di segno quasi opposto, come l’ottima Cold Star, raro passaggio di un prog metal più canonico dove ci si può ritrovare con più immediatezza.

La bussola che guida i Tenebris indica chiaramente l’intenzione di mantenere alta la tensione; ecco dunque i riverberi psichedelici e spaziali di Of Zerpanitum, l’oscura “morbidezza” di Adha Pawn in cui risalta un gran lavoro delle chitarre, la vorticosità spigolosa ed inarrestabile di un pezzo come Sempiternal Regnum.

Ancora, la carica frontale di Punishment Vision, la cattiveria e il senso di inesorabile di Black Ezekiel, il claustrofobico e delirante agguato rappresentato da Trembling Giant, l’apoteosi finale della title track.

Intricati, imprevedibili, talvolta dissonanti, sicuramente particolari e diversi da altri, i Tenebris con Alpha Orionis compiono un salto di qualità. Più duri ed “anarchici” dei Votum, forse meno eclettici dei Disperse, lontani dai lati più melodici di Riverside Moonrise; questo giusto per offrire una misura rapportata a gruppi loro connazionali.

Max

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...