frontCi sono ormai molti modi di interpretare il progressive e quello dei polacchi Archangelica è senz’ altro particolare, andando a lambire in parte i primi Quidam. La scelta effettuata è quella di mantenere un profilo musicalmente lieve, così da proporre un new prog per certi versi delicato, ovattato; pure nei passaggi più sostenuti il livello del muro sonoro non si innalza mai a livelli “preoccupanti”…

Questo non significa che Like a Drug, primo vero album della band dopo due mini, sia in qualche modo soporifero o noioso ma i 5 musicisti hanno scelto di dare questo tipo di impronta, in linea generale, alla loro musica; come vedremo, la decisione si è rivelata azzeccata solo parzialmente, perché a mio parere proprio in quel tipo di momenti, più sognanti e raccolti, hanno più difficoltà a dare il meglio.

Il parallelo tracciato più sopra con i Quidam degli esordi non deve essere preso alla lettera bensì come semplice paragone esplicativo e niente più. A mio avviso infatti mostrano ancora uno spessore inferiore rispetto ai connazionali, alcune cose sono da rivedere (sopratutto il timbro del cantante) ma comunque, considerando che questa è la prima vera uscita, ci sono sicuramente margini di miglioramento.
Maciej Engel (chitarra), Arek Gawdzik (chitarra), Jakub Kolada (basso), Piotr Brzezicki (batteria) e Krzysiek Sałapa (voce) confezionano un Cd abbastanza variato, in cui alternano prove più soft ad altre più mosse e tirate. Abbondanti tappeti di tastiere, incisivi soli di chitarra, il quintetto di Varsavia non fa mancare nulla di quelli che sono i tipici elementi del prog, oscillando tra una manciata di pezzi soft ed altri distinti da maggior “carattere” e forza.

Tra i brani più carichi di atmosfera i più riusciti sono sicuramente Night Passage Midnight Train. Il primo mette in evidenza qualche punto di contatto anche con i Riverside, veri capiscuola del movimento Polish; la voce di Salapa è qui sostenuta adeguatamente da backing vocals e riesce a portare a termine degnamente il proprio lavoro. Buoni passaggi di chitarra, in una ballad molto aerea ed emotiva, probabilmente il miglior momento dell’album da questo punto di vista.

Midnight Train con il suo strano breve incedere alla “Santana” è in realtà una traccia molto particolare, che si abbandona a frequenti cambi di ritmo dai quali si fa morbidamente trasportare. Un importante inciso dell’elettrica va ad anticipare la chiusura del pezzo.

Buon impatto (sopratutto chitarristico) pure per Confession anche se si cominciano a denotare i limiti del singer, eccessivamente monocorde. Da segnalare l’introduttiva Into Unknown, poggiata su un bel duetto tra chitarre acustica ed elettrica, strumentale denso di pathos e ben sorretto dalla voce femminile “muta” di Natalia Matuszek.

Ed ancora, The Journey che invece comincia ad evidenziare riff più oscuri che spostano, almeno in parte, il sound verso direttrici prog metal. In realtà questo è forse il passaggio che meglio sintetizza quelle che sono le due anime della band.

Con maggiore peso e vigore si snoda Let Me Stay With The Trees, denotando una buona attitudine del gruppo su questo versante. Ecco che qui, a mio parere, gli Archangelica dovrebbero maggiormente insistere.

La title track mette a nudo purtroppo quelli che sono i limiti vocali di Salapa oltre ad un ottimo lavoro delle sei corde; il suono maestoso di un organo apre Cathedral, nuovamente in bilico tra tentazioni metal e l’alveo prog. Conclude When All Is Gone,  chiusura epica e romantica. 

Pubblicato per Lynx Music, Like a Drug non è affatto un brutto lavoro;  difetta però di originalità e vive ancora di fasi un pò sconnesse tra loro. Se è vero che gli Archangelica sanno muoversi su più fronti, al tempo stesso questo li lascia però in una sorta di terra di nessuno; si tratta del primo disco vero e proprio, dunque è doveroso dare tempo al tempo.

Max

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...