Leafblade The Kiss of Spirit and Flesh 2013

Pubblicato: giugno 21, 2013 in Recensioni Uscite 2013
Tag:, , , , , , , , , ,

frontNell’ ambito di side project e collaborazioni varie di cui è ricolma la scena attuale non poteva mancare la proposta di Daniel Cavanagh, chitarrista e membro storico degli Anathemaqui in coppia con Sean Jude nel progetto denominato Leafblade.

The Kiss of Spirit and Flesh è il titolo del secondo e nuovo lavoro di questa accoppiata sotto le insegne (manco a dirlo) Kscope e vede tra l’altro anche la presenza di un altro membro a latere della band di Liverpool, Daniel Cardoso, qui in veste di batterista.

Produzione affidata allo stesso Daniel Cavanagh.

Sean Jude (ex Valle Crucis) da parte sua è un cantante e valente scrittore di testi, oltre che compositore musicale, dotato di una personalità molto introspettiva e se vogliamo delicata. Ecco che la collaborazione andatasi a formare ha prodotto Beyond, Beyond (2006) ed ora questo secondo episodio.Ambedue i lavori sono saggi di musica intima, in parte dedita a sonorità acustiche che dipingono paesaggi raccolti eppure drammatici in tinte pastello.

The Kiss of Spirit and Flesh pone al centro dell’ attenzione la qualità delle liriche pur non tralasciando assolutamente la cura dei suoni ma l’impressione che se ne ricava è che la musica sia quanto mai in funzione e a completamento dei testi.

Atmosfere intrise di emotività profonda, tese ad analizzare il rapporto tra l’uomo, la natura e la realtà, fanno essenzialmente di questo disco la continuazione del precedente.

I fans degli Anathema potranno ritrovare, almeno in parte, l’ inconfondibile sound della chitarra di Danny C., sopratutto nei brani più strutturati e complessi musicalmente dove, tra l’altro, va segnalata pure la presenza al basso di Kevin Murphy (Valle Crucis).

Si possono dividere dunque le tracce in due gruppi; uno è formato da quelle prettamente acustiche mentre l’altro prevede l’intera band in azione, con arrangiamenti maggiormente corali ed articolati.

Fuchsia ad esempio è un pregevole e dolce bozzetto strumentale, imperniato sugli arpeggi di Cavanagh su di una chitarra acustica.

Sulla stessa cadenza ma con la voce di Jude come co-protagonista troviamo Beaneath A Woodland Moon, dai colori tenui e soffusi.

Di qui è un susseguirsi di pezzi dal doppio volto come ad esempio l’iniziale Bethlehem in cui, dopo un avvio malinconico e minimale, gradualmente cresce un tema musicale il cui mood rimanda inesorabilmente ad alcune traiettorie degli Anathema.

Lo schema si ripropone in maniera simile per la seguente The Hollow Hills (Starry Heart) dove se mai è più evidente ed “elettrico” l’apporto di tutta la band, rimanendo comunque in un alveo sentimentale permeato di malinconia nel quale trasudano addirittura lontani echi Genesis.

Sunset Hypnos probabilmente è il momento che meno mi ha convinto, sospeso in mezzo al guado tra una maggiore forza e la mancanza del “colpo” decisivo. In ogni caso comunque si tratta di una traccia che si fa ascoltare gradevolmente.

Di ben altro livello Oak Machine, uno degli episodi a mio avviso migliori per intensità e composizione. I “crescendo” vocali di Jude e Cavanagh sono da brividi e fungono da preludio a quello che poi diviene un regolare alternarsi tra sezioni quasi pastorali ed altre più elettriche e sanguigne.

Thirteen ricalca in un certo senso il modello sin qui applicato, mixando la morbidezza di Sean Jude con il lato più rock di Danny Cavanagh in questo caso prevalente, ben assistito dalla ritmica.

Portrait che chiude il disco ripropone con i suoi 11 minuti questa sorta di dicotomia di toni e colori che è poi l’asse portante di tutto il lavoro, sempre in bilico tra nostalgia e crescendo.

The Kiss of Spirit and Flesh dunque prosegue il discorso avviato anni fa; musica particolare cui bisogna dedicare tempo e attenzione perché credo difficilmente possa conquistare al primo ascolto. Se magari devo trovare un limite nell’album questo risiede in una certa ripetitività formale che alla lunga un pò stanca. Album meditativo.

Max

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...