Osta Lcve Good Morning Dystopia 2013

Pubblicato: ottobre 18, 2013 in Saranno famosi
Tag:, , , , , , , ,

frontProseguendo l’esplorazione in terra tedesca questa volta mi sono imbattuto negli Osta Lcve, giovane duo berlinese (originario però di Heidelberg). Dediti ad un crossover prog con evidenti influenze psichedeliche che vanno ad abbracciare l’antica lezione dei Pink Floyd sino ad arrivare, nei tempi più recenti, ai Porcupine Tree. 

Tobias Geberth (chitarra, basso, tastiere e voce) Leon Ackermann (batteria), i due musicisti, sono giunti alla loro seconda uscita intitolata Good Morning Dystopia e come spesso accade, rischiando di passare sotto silenzio nell’infinito oceano di nuove realizzazioni.

Purtroppo sul debutto avvenuto due anni fa (Colours) non posso esprimere valutazioni non avendolo mai ascoltato ma questo disco mi ha in parte intrigato; al di la della eccellente copertina il sound messo in campo risulta piacevole e ben amalgamato, a tratti forse ancora acerbo ma sicuramente degno di essere preso in considerazione.Disco auto prodotto con la collaborazione di Steffen Geberth ed abbastanza lungo (54 minuti), si compone di dieci brani dei quali uno soltanto di una durata consistente, quasi dieci minuti. Lo spirito guida è quello cui ho accennato e dunque paesaggi new prog uniti a consistenti spruzzate di colori psichedelici, alimentando così melodie e atmosfere.

Prologue è una immediata dichiarazione di intenti, good morning Dystopia è il saluto che precede sonorità di chitarra e tastiere che non possono rimandare che al tempo in cui nel cielo volavano strani aerostati…

Fragile Freedom vede ospite al basso Gregor Nicolai. Di nuovo le tastiere disegnano architetture importanti mentre la chitarra tratteggia altre figure. Il mood si sposta maggiormente verso certa produzione dei “porcospini”. La parte conclusiva muta completamente, suoni eterei guidati dalla chitarra acustica.

Proprio di qui si srotola Alienation, l’episodio che più ha catturato la mia attenzione; un arpeggio ostinato di piano cui si sovrappone un sontuoso crescendo di tastiere e poi un improvviso break. Il tempo si spezza completamente per poi ripartire accompagnando una melodia più oscura. Indubbia l’attinenza con molte idee di scuola “wilsoniana”.

Subway di nuovo proietta all’indietro, ad alcune intuizioni di stampo Waters-Gilmour, aggiungendo spunti che sento riferibili ad Alan Parsons Project. Solo di chitarra molto liquido, di chiara provenienza ma efficace. Purtroppo sul fronte vocale invece le note non sono molto positive, poca presenza e scarsa incisività.

Altro ospite in Red Sky, si tratta di Florian Hauss impegnato al piano. Aperta da una bella parte di chitarra, si tinge nuovamente di elementi space con ampio uso di keyboards ed una ritmica quasi ripetitiva.

Accordi malinconici di piano aprono Insomnia dove ancora però si evidenziano i limiti vocali di Geberth con un timbro quasi sussurrato. I richiami al passato citato diventano ancora più palesi.

Il brano più lungo, The Guards, da probabilmente modo al duo di mostrarsi per intero, dilatando a piacimento il tema iniziale.

Alaska, malinconico passaggio, vede comparire anche la voce di Sarah GretschShine è una buona ballad psichedelica che unisce melodia a una valida scelta dei suoni. Epilogue sancisce la chiusura, formando un ponte che va a ritrovare il prologo.

I legami con quelle che sono le fonti di ispirazione sono lampanti, probabilmente risultano ancora troppo stretti e radicati ma in prospettiva potrebbe avvenire qualche sviluppo interessante, a patto di interfacciarsi meno con i Maestri e metterci più farina del proprio sacco. Non un fulmine a ciel sereno la voce, talvolta monotona e limitata; nel complesso qualche buona idea in embrione c’è, restiamo in attesa di saperne di più su questi Osta Lcve.

Max

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...