Luna Rossa Secrets & Lies 2014

Pubblicato: dicembre 23, 2014 in Recensioni Uscite 2014
Tag:, , , , , , , ,

frontAnne-Marie Helder e Jonathan Edwards, i due membri dei Panic Room, ci hanno preso gusto e danno un seguito al side project denominato Luna Rossa. Infatti, ad un anno e mezzo di distanza dal debutto (Sleeping Pills & Lullabies), esce adesso il secondo capitolo intitolato Secrets & Lies.

L’aggancio con l’uscita precedente in questo caso è doveroso ma va sottolineato come il nuovo lavoro ne sia un’elaborazione, un approfondimento e non solo una mera (per quanto piacevole) prosecuzione. Viene in parte marginalizzato l’aspetto prog folk con una presenza diminuita di alcuni strumenti, la musica evolve così verso un popprog melodico ed intimo, dolce e malinconico senza divenire patinato.Lo sguardo dei due musicisti tende a varcare il precedente orizzonte , tant’è che nella list sono presenti due cover di artisti importanti. Le melodie, sempre in testa al progetto, disegnano paesaggi morbidi ed intensi che vedono comunque ancora al centro della scena la voce della Helder, accompagnata dalla consueta serie di strumenti ed il piano di Edwards.

E’ negli arrangiamenti, sempre curati a dovere, che si percepisce maggiormente il cambiamento: la presenza del quartetto d’archi è confermata, come quella dei fidati Tim Hammill (chitarre), Sarah Dean (arpa) e Andy Coughlan (contrabbasso). Apparentemente dunque l’impasto è del tutto simile al precedente ma ad un ascolto più attento si percepiscono delle differenze.

Undici i brani contenuti in Secrets & Lies, inciso nel sud del Galles e masterizzato presso gli Abbey Road Studios; tra questi come dicevo sono presenti due cover, una di un brano di Randy Newman e l’altra di Todd Rundgren.

Ambientazione di nuovo prettamente acustica, non compaiono parti elettriche di impatto che appartengono invece al repertorio dei Panic Room.

Un avvio morbido e strumentale (Aurora) precede l’arrivo della title track, dove accompagnata da una chitarra acustica e dal piano comincia a cantare da par suo Anne-Marie Helder; tinte calde, suoni soffusi e mai invadenti, un inserto dell’elettrica pulita da ogni effetto. Musica che trasmette un senso di relax ma al tempo stesso non diventa mai banale.

Disappointment si segnala come uno dei momenti migliori (e non saranno pochi) con le sue sonorità jazzy grazie al piano elettrico ed al contrabbasso; una ballata amara e sinuosa imperdibile, breve ma assolutamente efficace.

Si prosegue, ovviamente, sempre nel formato-canzone con l’ottima e malinconica The Black Dog, Poi, un altro passaggio di grande spessore, altamente emotivo e condotto dal piano (Flowers In My Hair),

Uno scherzo, una piccola burla ininfluente (Happy Little Song) e la magia riprende grazie a Tiny Demons, pezzo originariamente di Todd Rundgren e qui reso splendidamente dall’interpretazione di Anne-Marie e dall’arrangiamento curato da Edwards.

Ancora piccole gemme connotate da una notevole dose di gusto come Fly Away e la breve ma struggente I’ve Been Wrong Before di Randy Newman. Un passaggio forse un pò prevedibile ( The Harmony) ma che comunque mette in luce ancora le doti vocali della cantante e la chiusa, evocativa e splendida, con No Chords Left.

Con Secrets & Lies, Luna Rossa tracciano a buon diritto uno stile, una forma, fatta di grazia, gusto, passione, emozioni. Un album da utilizzare come una coperta di pile calda e morbida con la quale ripararsi dal freddo delle lunghe notti d’inverno, magari davanti al caminetto.

Max

 

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...