Magenta – We Are Legend 2017

Pubblicato: maggio 3, 2017 in Recensioni Uscite 2017
Tag:, , , , , , , , , ,

Abbiamo dovuto attendere tre anni e mezzo per il nuovo album dei Magenta ma, a conti fatti, ne è valsa la pena, We Are Legend, questo il titolo del successore di The Twenty Seven Club, si presenta infatti con tutte le credenziali per fare bene.

Soltanto tre lunghi brani compongono il nuovo disco della band gallese dove come al solito Christina BoothRob Reed Chris Fry offrono una prova degna del loro blasone; ad accompagnarli in questa occasione troviamo Dan Nelson al basso e Jon Griffiths alla batteria.

Confesso che di primo acchito la struttura della track list (per certi versi ardita) mi ha sorpreso ma, successivamente, ho potuto constatare la bontà della scelta.Mettere in campo un album con tre brani di 26 minuti (uno) e 11 (due) sicuramente indirizza in qualche modo il tipo di ascolto, sulla carta più impegnativo e con meno pause. Ed invece, nei fatti, i tre moloch scorrono via lisci e avvincenti, grazie ad una prova importante e densa di energia di  Christina Booth e all’ottimo lavoro di songwriting e di esecuzione di Rob Reed e compagni.

Il sound vede qualche modifica rispetto al recente passato, meno legato ai canoni della golden era e teso invece a recuperare sonorità proprie, già precedentemente di appartenenza. C’è stata comunque un’evoluzione, sarebbe ingiusto fare paragoni così lontano nel tempo ma tra i solchi di questo disco, a mio vedere, si respira qualche cosa di Seven.

Con i suoi 26 minuti di durata Trojan è il piatto forte, il nodo centrale di We Are Legend. E qui bisogna rimarcare il fatto che i Magenta con un brano simile avrebbero potuto giocarsi molto quanto all’esito finale, da solo infatti occupa più della metà dello spazio. I rischi connessi ad un brano così dilatato (noia, ripetitività, mancanza di un filo conduttore) erano tutti ben noti evidentemente alla band gallese che è stata in grado di aggirarli con destrezza.

Tutto si gioca sulla scorrevolezza, su di un continuum sonoro imprescindibile e funzionale proprio alla gradevolezza nell’ascolto. La partenza vede subito lanciata in orbita la chitarra di Chris Fry per un’apertura strumentale, funzionale all’entrata in scena della cantante. Presenti e di sostanza gli arrangiamenti delle keyboards di Rob Reed mentre il duo ritmico prende a mulinare colpi. Le fasi seguenti alternano mood diversi, quando più indirizzati a creare atmosfera con le chitarre deputate al ruolo principale, quando altalenando tra necessari ed intensi rallentamenti e successive e prepotenti ripartenze, quando ancora con brevi interludi di matrice rock blues. Un epilogo brillante chiude così un gran pezzo, l’ostacolo è stato superato.

Una brevissima pausa e si riparte con Colours. Uno strappo violento da l’avvio al pezzo, subito dopo il ritmo si fa sincopato e poi riprende a battere con vigore. Christina Booth tiene da par suo la scena mentre cominciano a salire le tastiere; un fondamentale break della chitarra dai toni caldi, lavici ed il brano si tinge di colori diversi, cullandosi sulla melodia cantata con grande pathos. A chiudere un possente segmento, crescente ed evocativo.

Terza ed ultima traccia, Legend. Un inizio solenne e ritmato lascia presto spazio ad una fase di attesa che sfocia in una repentina apertura; comincia così una serie di rimandi, di stadi che si susseguono a specchio ma con grande continuità. Tuttavia, sembra un controsenso, si tratta forse del pezzo più articolato e, per certi versi, frammentato. L’ingresso della chitarra, breve ma incisivo, spezza questa situazione e da modo di svilupparsi ad una sezione molto soft, melodica, guidata dalla singer e dalla sei corde. La chiusura, prima tenue e poi esplosiva, è da incorniciare.

We Are Legend è un album-Magenta al 100%, ci sono tutti gli elementi del loro sound ben dosati e calibrati, con un occhio al passato. E parlando di passato non si tratta di celebrarne le gesta quanto la validità della proposta odierna, ancora attuale e di gusto.

Max

 

 

 

 

 

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...