Vanden Plas – The Ghost Xperiment – Awakening 2019

Pubblicato: ottobre 14, 2019 in Recensioni Uscite 2019
Tag:, , , , , , , , ,

Pubblicato da Frontiers Records è appena uscito The Ghost Xperiment – Awakening, nuovo album dei Vanden Plas e primo di due capitoli il cui seguito, Illumination, vedrà la luce il prossimo anno.

Dopo 25 anni di attività, 10 album in studio e 2 live non rimane molto da scoprire sulla band tedesca capeggiata dal front man Andy Kuntz; il filone rimane saldamente ancorato ai dettami di un prog metal di impatto e melodico, implementato da arrangiamenti orchestrali. Sotto questo punto di vista dunque con il nuovo disco niente è cambiato, a grandi linee il canovaccio è rimasto immutato senza il minimo scostamento.

Vanden Plas continuano così sulla loro strada, fanno questo…ma lo sanno fare bene.

Questa considerazione vale in particolar modo per i fans più sviscerati; cercando invece di osservare la cosa da un punto di vista meno emotivo, non si può non rimarcare la totale assenza di evoluzione da parte del gruppo teutonico.

The Ghost Xperiment così ricalca lo schema del precedente Chronicles of the Immortals, anch’esso frazionato in due pubblicazioni. Si compone di sei tracce di una durata medio/lunga per uno sviluppo complessivo di 46 minuti circa; pertanto concentrato, dritto al sodo, ad evitare ulteriori e forse inopportune digressioni.

La solida formazione tedesca apre con Cold December Night, un passaggio roccioso nel quale sin dalla partenza tutti gli strumenti sono simultaneamente impegnati a costruire una fortezza sonora intorno alla voce del singer, tra riff taglienti della chitarra (Stephan Lill), una ritmica che spinge molto (Torsten Reichert al basso e Andreas Lill alla batteria) ed un importante lavoro di supporto melodico delle keyboards (Günter Werno). Tocca ovviamente a Kuntz guidare quelle aperture melodiche che sono parte integrante della band e che, come vedremo, raggiungeranno vette di rilievo.

The Phantoms of Prends-Toi-Garde descrive un’atmosfera misteriosa che va in possente crescendo fino ad un break del piano, spazzato via da furiose accelerazioni. C’è spazio poi per un solo fulminante della chitarra prima della ripresa del tema principale.

Spesso un brano riesce ad esprimere qualcosa in più degli altri ed è questo il caso di Three Ghosts. Epica senza scadere nel banale, nell’ovvio; trascinante e ben equilibrata, alternando fasi sospese (quasi da ballad) a crescendo inarrestabili, innervando il pezzo con potenza e melodia venata di malinconia verso un finale grandioso. A mio parere il vero cuore del disco.

Devils’ Poetry è forse il passaggio più articolato, come struttura e dal punto di vista tecnico, tanto da ritrovare più di un riferimento ai Dream TheaterAndy Kuntz cavalca da par suo un brano molto riverberato, in cui le tastiere e gli arrangiamenti giocano un ruolo di primo piano, con la sezione ritmica molto presente.

Piano, voce e tastiere ad aprire per Fall from the Skies. con la quale i Vanden Plas scatenano poi un nuovo assalto sonoro. Ritmo martellante ed una chitarra estremamente aggressiva si succedono a brevi pause, discese nelle quali riprendere fiato prima di un’ altra arrembante ascesa melodica o di una fuga vorticosa di Stephan Lill.

La title track chiude questo primo capitolo, questo primo tempo della partita; una traccia heavy, dal ritmo battente, adrenalinica e veloce, colma di strappi della sei corde e di corposi sezioni di Günter Werno.

The Ghost Xperiment – Awakening dunque offre a mio vedere una doppia chiave di interpretazione che si orienta in base al trasporto e alle affinità tra l’ascoltatore e la band. Sicuramente un album piacevole per una formula però altrettanto conosciuta.

 

Max

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.