Soen – Imperial 2021

Pubblicato: febbraio 1, 2021 in Recensioni Uscite 2021
Tag:, , , , , , , ,

Proprio due anni veniva pubblicato Lotus, in assoluto l’album più di marca Soen come allora ho avuto modo di sottolineare. Ecco che adesso si ripropongono con Imperial, quinto titolo del catalogo cui spetta l’importante compito di confermare il completamento della maturazione per la band svedese guidata dal front man Joel Ekelöf.

Sin dal primo ascolto Imperial mette in luce quanto il gruppo abbia accentuato l’attenzione sul versante melodico, smorzando in determinati frangenti alcuni picchi mirati ad un prog-metal più estremo.

Ne consegue una fruizione più diretta ma non per questo banalizzata; le sonorità, la componente ritmica (buono l’impatto del nuovo bassista, Oleksii Kobel), la spinta emotiva e graffiante di alcuni brani, ne fanno un lavoro coeso, scorrevole ma curato nei dettagli, ove si eccettui qualche lacuna sotto il profilo dell’interpretazione da parte di Ekelöf, a mio vedere un poco monocorde.

Certo, sin dal primo approccio si percepisce un sound complessivamente “alleggerito”, meno incline a epiche sfuriate o a tinte oscure e questo probabilmente corrisponde alla reale cifra tecnica dei Soen, depurata dagli insistiti riferimenti ad altre band proposti nei primi tre lavori. Le tessiture sonore sono dunque meno composite ma hanno il pregio di riflettere l’esatta caratura e la genuina personalità del quintetto.

Imperial è aperto dalla razzente Lumerian, una traccia che fa subito intendere le intenzioni della band: ascese vigorose, placide planate melodiche, una ritmica già ben affiatata grazie alla guida del martellante Martin Lopez, alcuni traccianti sprigionati dalla chitarra di Cody Ford e l’opera di cucitura delle keyboards (Lars Åhlund) sono le coordinate sulle quali spazia il timbro del cantante.

Deceiver preme molto sull’acceleratore salvo poi effettuare una virata sin troppo di maniera, di genere, rivelandosi piuttosto intuibile e perdendo man mano efficacia; è il brano della tracklist che ritengo più fragile.

Passaggio dotato di più carattere, Monarch convince per il calibrato dosaggio che si viene a creare tra spinta ritmica e larghi crescendo melodici nei quali trova posto anche uno sferzante solo della chitarra.

Il piano e la voce introducono Illusion, subito doppiati da una chitarra riverberata in gran spolvero e dalla sezione ritmica per una mid tempo ballad pregnante, dai toni sognanti e malinconici.

Con Antagonist Soen tornano a menare fendenti appoggiandosi con decisione al drumming incalzante di Martin Lopez per una struttura estremamente solida. Modesty è invece un passaggio dolente che nel suo svolgimento rimanda a certe atmosfere dei Katatonia, amplificate da incisi drammatici delle tastiere.

Sale la tensione ritmica con Dissident, i riff di chitarra si fanno più oscuri e taglienti sino ad una pausa, una sorta di attesa; quindi la batteria riprende a dettare il ritmo per un epilogo ascendente.

Cala il sipario con Fortune, brano cui non mancano densità e tensione, sprazzi decisivi della sei corde ed un arrangiamento corposo.

Con Imperial Soen hanno definito con esattezza la loro immagine, proseguendo l’opera intrapresa con Lotus. Sono da sempre refrattario ai paragoni ma in questo caso faccio un’eccezione valutando il nuovo disco della band svedese molto godibile, forse un “mezzo” gradino sotto il precedente.

Max

commenti
  1. Carmen Maggio ha detto:

    Commento molto povero di idee, assolutamente scarno, dove per ogni canzone monumentale c’e’ una freddura di base monocorde che questo album non merita assolutamente. Non vado avanti, risparmiando salute ed inchiostro…………………RECENSIONE ANEMICA ED INDECIFRABILE.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.