Archivio per la categoria ‘Recensioni Uscite 2013’

frontL’impianto sonoro, lo schema della scaletta, la formazione: tutto viene confermato dai Royal Hunt per il loro dodicesimo e nuovo lavoro intitolato A Life To Die For

Il ritorno di D.C.Cooper al microfono dunque è diventato un dato certo, così come la conferma di Jonas Larsen nel ruolo di chitarrista. Vengono così a mancare elementi di novità rispetto a Show Me How To Live uscito giusto due anni fa ma questo si tramuta in un elemento positivo per il quintetto danese; fermo restando il sound, sempre diretto verso le conosciute ambientazioni symphonic power metal, la sensazione di coesione che ne scaturisce si è sensibilmente elevata.

I punti di forza di Andre Andersen e compagni sono ormai ben noti, come del resto i limiti; in questo caso ho l’impressione si sia lavorato particolarmente su questi ultimi, con risultati però altalenanti. (altro…)

frontQuando giusto due anni fa Michael Schenker era riapparso sulla scena con Temple of Rock ne avevo salutato con simpatia il ritorno, pur alla luce di un lavoro discreto ma non trascendentale.

Un tour mondiale è seguito alla pubblicazione del disco, a sancire il ritrovato equilibrio psico-fisico del chitarrista di Hannover ed una rinnovata energia musicale.

Le tematiche, i riff ed i solo sono rimasti quelli dell’ heavy metal caro all’ ex ScorpionsUFO e quindi, al giorno d’oggi, con addosso un lieve strato di polvere depositato dal tempo; una vena compositiva ritrovata però ha fatto sì che Temple of Rock non solo avesse un prosieguo ma divenisse addirittura il nome della nuova formazione guidata dall’ axe man tedesco. (altro…)

front…E finalmente arriva Dark Wings Of Steel, decima fatica per i Rhapsody Of Fire ma sopratutto primo album dopo il divorzio dal chitarrista e membro fondatore Luca Turilli. 

From Chaos to Eternity (2011) ha infatti sancito l’ultimo atto per l’axe man triestino con la sua band e dunque non poche erano le domande che accompagnavano l’uscita del nuovo titolo, a fronte anche di un ridimensionamento numerico del gruppo.

Non più due chitarre infatti ed il posto lasciato vacante da Turilli è stato rilevato da Roberto De Micheli; il lavoro di scrittura ora viene a sdoppiarsi tra Fabio Lione (testi) e Alex Staropoli (musica), cui offre un contributo il fratello Manuel. Al basso adesso è arrivato Oliver Holzwarth. (altro…)

frontUn super gruppo del quale si erano perse le tracce; tornano così gli americani Thought Chamber con Psykerion, dopo un lungo silenzio durato sei anni. Alfieri di un prog metal ad alto tasso tecnico e qualitativo nella migliore tradizione di oltre oceano, cercano con questo nuovo album di rinverdire il successo del disco di esordio, all’epoca accolto da numerosi e prestigiosi consensi.

Rispetto alla formazione presente in Angular Perceptions molto è cambiato, anzi si può parlare di una line up rivoluzionata; i soli Ted Leonard (voce, Spock’s Beard ed Enchant) e Michael Harris (chitarra) infatti sono ancora presenti. Al basso adesso troviamo Jeff Plant, alla batteria Mike Haid ed alle tastiere Bill Jenkins, compagno di Leonard negli Enchant. (altro…)

frontUna maniera garbata e gentile, quella di interpretare il progressive da parte degli Also Eden che presentano il loro nuovo e quarto album dal titolo [Redacted].

Siamo in Inghilterra e siamo sopratutto calati nel più tipico filone new prog con riferimenti ampiamente dichiarati ai Marillion (era Hogarth) e ai primi It Bites; niente di particolarmente nuovo o sconvolgente dunque ma come sostengo da tempo esiste comunque modo di produrre musica, evidentemente derivativa ma che al tempo stesso contenga qualche elemento distintivo, tale da non catalogarla come una semplice imitazione.

Le chitarre si S.Rothery o di Francis Dunnery hanno segnato indelebilmente il lavoro di Simon Rogers, così come il timbro dolente/sognante di Hogarth è una sicura ispirazione per la voce di Rich Harding(altro…)