Posts contrassegnato dai tag ‘Amy Darby’

frontMarcati richiami al progressive anni ’70 con Gentle GiantKing Crimson su tutti, accennate divagazioni canterburyane, incursioni fusion e talvolta folk, una suadente voce femminile come guida e l’intricata commistione con sonorità appartenenti al prog scandinavo degli ultimi due decenni…non sono pochi dunque gli elementi che vanno a connotare l’eclettico sound dei Thieves’ Kitchen, autori del sesto e nuovo lavoro dal titolo The Clockwork Universe.

Anche in questo caso la gradazione di malinconia e solitudine nel suono viene affidata a quello che nel tempo sta diventando una sorta di gemellaggio: due elementi degli Änglagård, oltre un altro ex, collaborano infatti alla realizzazione di questo disco e si tratta ormai del terzo episodio consecutivo. (altro…)

frontGli statunitensi Cirrus Bay giungono al loro quarto disco, pubblicando il nuovo The Search For Joy.

Segnalo volentieri questa uscita perché la band americana, nel bene e nel male, è autrice di un neo prog abbastanza singolare e curioso, pur se inevitabilmente contaminato da grandi esperienze del passato (Renaissance, Camel, certo Canterbury sound e in misura minore Genesis) e del presente (Spock’s Beard).

La peculiarità del loro sound sta nel fatto di fondere letteralmente l’ispirazione di matrice inglese con accenti e dinamiche più proprie del prog di oltre oceano; gran parte del loro impatto gravita intorno alla voce femminile di Sharra Acle, dominatrice incontrastata della scena con una presenza costante.

Da un punto di vista strettamente musicale la loro è una proposta interessante, molto gentile ed aggraziata che però non fa mancare stimolanti e complesse tessiture.

(altro…)