Posts contrassegnato dai tag ‘Barock Project’

Sotto le insegne di una nuova casa discografica (Aerostella) e con un cantante entrato adesso a tempo pieno nella formazione (Alex Mari, dotato di un registro alto), tornano in gioco i Barock Project, alfieri dell’odierna scena prog italiana e con un nutrito numero di consensi raggiunti pure all’estero.

L’ultimo lavoro, Seven Seas, segna in qualche modo una svolta nel cammino della band emiliana: il sound si tinge di differenti coloriture, le parti vocali affidate alle voci di Mari e dello stesso Luca Zabbini ampliano il loro raggio d’azione offrendo nuovi spunti, il ritmo diviene spesso più “diretto”, istintivo, forse meno “pensato”. La matrice progressive si dilata, staccandosi spesso da quelle che erano le sonorità degli esordi, in qualche modo evolve senza necessariamente rinnegarne la primogenitura. (altro…)

Grande attesa per l’uscita di Detachment, quinto e nuovo lavoro dei Barock Project, pubblicato a due anni di distanza da Skyline e che vede la band rimasta “orfana” della voce di Luca Pancaldi e, al tempo stesso, il debutto in sala d’incisione del bassista Francesco Caliendo.

Il pianista, polistrumentista e compositore Luca Zabbini, anima del gruppo emiliano, oggi ricopre anche il ruolo di cantante con risultati più che confortanti.

Esaurita la premessa, tengo a sottolineare come questo nuovo lavoro segni un ulteriore step nella discografia dei BP, un processo che mostra di essere ancora in positiva e propositiva evoluzione. (altro…)

frontPrecisamente otto anni fa è cominciato il cammino discografico dei Barock Project, una band emiliana che si è affacciata sulla scena neo prog dapprima timidamente e via via acquisendo maggiore sicurezza e spessore, sino al 2012, anno di uscita dell’ottimo Coffee In Neukolln che ha rappresentato il disco della maturazione.

In quell’album si sono finalmente fatti più nitidi i contributi personali dei musicisti e dunque, esaurita una fase di tributo ai grandi del passato (E.L.P. su tutti), si sono potute cominciare ad apprezzare intuizioni più originali ed autentiche, fermo restando qualche toccata nel passato ancora presente qua e la. (altro…)