Posts contrassegnato dai tag ‘Lalle Larsson’

frontUn infinitesimo pixel, un pallido puntino azzurro sospeso nello spazio. Questa è l’immagine della Terra rimandata nel 1990 dalla sonda spaziale Voyager 1; un piccolo punto che rappresenta in verità il nostro pianeta e l’umanità intera, con i suoi limiti e le tante perplessità. le illusioni e le contraddizioni. Uno scritto dell’astronomo americano Carl Sagan ha così ispirato Jonas Reingold nella composizione di DOT (esce per Inside Out), quinto e nuovo album dei suoi Karmakanic.

Il talentuoso e prolifico bassista di Malmö, con i Flower Kings momentaneamente in stand-by, ha continuato a tessere progetti e collaborazioni con grande voracità musicale e tra questi, dopo circa 5 anni, è tornato..in orbita con quella che è a tutti gli effetti una sua creatura. (altro…)

Annunci

frontLe cronache raccontano di un primo contatto avvenuto un paio di anni fa in occasione della Progressive Nation At Sea Cruise, un incontro live risultato molto proficuo tra i Transatlantic e l’indimenticabile ex voce degli Yes. Successivamente il patron della Inside Out (Thomas Waber) ha spinto e fatto in modo che quel feeling istintivo, quelle affinità musicali sgorgate con inaspettata naturalezza, trovassero approdo in un album di materiale inedito.

Nasce così, in poche parole, l’estemporaneo incrocio tra Jon Anderson Roine Stolt, un progetto sulla carta se vogliamo anche bizzarro ed oltretutto preceduto dal non troppo confortante episodio che ha visto protagonista lo stesso cantante e Jean Luc Ponty. (altro…)

frontUn concept album con una storia ed una preparazione alle spalle lunghissima, Galahad Suite del musicista Anton Johansson vede finalmente la luce.

Il poli strumentista svedese ha assemblato un numero impressionante di collaboratori per questa fatica, tra i quali mi limito a citare Linus Abrahamson (chitarra e basso), Magnus Karlsson (chitarra, Primal Fear), Lalle Larsson (tastiere, Karmakanic Agents of Mercy), Alf Wemmenlind (voce) e Magnus Kristensson entrambi dei Mister KiteJens Johansson alle tastiere (Stratovarius, Y. Malmsteen, Dio).

Lo script della storia, le musiche (in buona parte) e la produzione sono a cura dello stesso Johansson; esce per Lion Music.

Un album ed una trama epica nella quale la musica che la descrive vive in alternanza tra power metal e un prog metal assolutamente melodico con cui l’ex Mister Kite è riuscito a fare rivivere, musicalmente, un’ epopea. (altro…)