Posts contrassegnato dai tag ‘Lazuli’

Con i Lazuli ci eravamo lasciati giusto due anni fa tra qualche lieve perplessità riguardo la tenuta globale di Nos Âmes Saoules. Il combo francese guidato dai fratelli Leonetti si riaffaccia ora alla ribalta con il settimo e nuovo titolo della discografia, Saison 8.

E’ davvero particolare il rapporto che nutro con la band francese, fatto di avvicinamenti e distacchi, di promesse e delusioni, di infatuazioni ed allontanamenti; ho sempre percepito infatti una certa irregolarità di passo che in parte può essere addebitata all’eclettismo ed alla peculiarità del loro sound ma rammento perfettamente che con Tant que L’Herbe est grasse ritenevo  avessero trovato una quadratura… (altro…)

frontAccompagnato da un imponente booklet di 20 pagine viene pubblicato Nos Âmes Saoules, sesta fatica dei francesi Lazuli, presentata proprio di recente anche in Italia con un mini-tour che ha toccato Roma, Calenzano (Firenze) e Veruno (Novara).

L’eclettismo è da sempre il vero trademark della band dei fratelli Leonetti ma in passato, come avevo già avuto modo di evidenziare, non sempre a questo aveva corrisposto un necessario grado di coesione tra i brani; poco meno di due anni fa invece, con l’uscita di Tant que l’herbe est grasse Lazuli hanno finalmente trovato a mio avviso la quadratura del cerchio, offrendo la loro prova più matura e completa. (altro…)

frontUn andamento alterno, tra alti e bassi, ha sin qui contrassegnato il cammino dei Lazuli, gruppo new prog francese capitanato dai fratelli Leonetti. Una band eclettica, in grado di attraversare stili e stagioni diverse del progressive seppur non sempre con i medesimi esiti. Inoltre, come ho già avuto modo di dire in altre occasioni, la scelta di cantare in francese (a mio personale parere) non li premia oltremodo: niente da eccepire sulla bellezza dell’idioma transalpino ma in un contesto rock non riesco a legarlo bene al resto, lo percepisco come un corpo estraneo.

L’ultimo segnale provenuto dal combo originario del sud della Francia datava 2011 con l’uscita di (4603 Battements); poi tanti live, molte partecipazioni ai principali festival prog in Europa e non solo, quindi una quotazione in lenta ascesa. Oggi presentano il nuovo disco, quinto della serie, dal titolo Tant Que L`Herbe Est Grasse. (altro…)