Posts contrassegnato dai tag ‘Ma.Ra.Cash Records’

Con la consueta parsimonia compositiva (mancavano dal 2012 con Microsolco), i Mangala Vallis tornano nell’arena discografica con il nuovo e quarto album intitolato Voices.

Otto anni di pausa non sono davvero pochi e nel frattempo la band emiliana ha vissuto un importante avvicendamento alle tastiere con l’uscita di Cristiano Roversi rilevato da Gianfranco Fornaciari.

Le mie attese erano abbastanza alte perché i Mangala Vallis ci hanno abituato nel tempo ad una produzione estremamente centellinata ma di buona qualità, sino ad ora al netto di passi falsi; un percorso di vaglia in un panorama musicale da tempo oppresso da una eccessiva quantità di pubblicazioni, non sempre all’altezza delle aspettative. (altro…)

Jenny Sorrenti ed i Saint Just, un sodalizio che a dispetto del tempo resiste, esiste e, sopratutto, si rinnova. E’ davvero molto interessante l’operazione messa in campo dalla cantante e musicista partenopea. Prog Explosion And Other Stories è infatti un album che raccoglie brani del passato, catalogo dei Saint Just, di e con il fratello Alan ed un inedito, forse un’anticipazione del prossimo disco con la nuova band che dovrebbe vedere prossimamente la luce.

Un viaggio attraverso il tempo, guidati dalla soavità della voce di Jenny e dalle sue importanti doti di interpretazione, un viaggio musicale nel quale sensazioni ed emozioni sgorgano libere, scorrevoli. Un gruppo completamente rinnovato, giovane, carico di quella dose di entusiasmo utile a fare progredire un progetto, un’idea. (altro…)

frontMusicista e produttore tra i più prolifici e di qualità sulla scena prog nazionale, Cristiano Roversi possiede una dote a mio avviso rara, e cioè la capacità di racchiudere in ogni frangente, in ogni progetto, l’amore per le sonorità delle origini unito al gusto ed alla sfida verso un sound più fresco ed attuale. Prerogativa di pochi, appannaggio di una ristretta elite di artisti che seguendo questo “credo” sono in grado di infondere continuamente nuova linfa ad un genere ormai in perenne rischio di avvitamento su sé stesso.

Journey Through Mine è il titolo del terzo album a nome Submarine Silence, recentemente pubblicato per Ma.Ra.Cash Records e tiene fede a queste premesse, ponendosi come step evolutivo dell’ottimo  There’s Something Very Strange In Her Little Room (2013). (altro…)

frontIl cambio di marcia impresso da Alex Carpani due anni fa con 4 Destinies trova oggi una logica continuazione ed anche un’evoluzione con So Close, So Far, quarto titolo per il tastierista e compositore italo-francese.

Gli arrangiamenti e le sonorità, capaci di vivere tensioni new prog, attraversando elettronica e qualche spruzzata pop, senza dimenticare alcuni accenni heavy prog, ne fanno di nuovo un album piuttosto distante dagli esordi sinfonici, quando un occhio era languidamente rivolto a reminiscenze di Genesis ed E.L.P. (altro…)

frontCinque anni di silenzio discografico, una formazione in parte rinnovata e poi, sopratutto, il coraggio di cambiare, di intraprendere un percorso alternativo piuttosto che adagiarsi comodamente sugli allori. Questo lo spirito che guida Voyeur, il nuovo e settimo album dei Moongarden di Cristiano Roversi

Con un passato come quello della band mantovana la scelta, forse l’azzardo per alcuni, va salutato a mio avviso come una grande prova di maturità, degna di non molti musicisti (cito d’istinto Fabio Zuffanti); l’anima progressive di un musicista credo si rintracci proprio in questo, nel volere tentare nuove strade, nuove soluzioni, senza continuare a crogiolarsi in sonorità splendide ma che oramai, probabilmente, hanno già offerto il meglio che potevano. (altro…)