Posts contrassegnato dai tag ‘Ton Scherpenzeel’

Con una formazione totalmente rinnovata, tornano in gioco i vecchi Kayak capitanati dall’infaticabile tastierista Ton Scherpenzeel.

Seventeen lo scarno titolo in testa al nuovo lavoro della band di lungo corso olandese, pubblicato per InsideOut; un’ora piena di progressive rock di annata tra evidenti richiami di scuola e qualche sparuto accenno classic rock. Non una rock-opera stavolta ma un amalgama di dodici brani dei quali tre piuttosto dilatati e gli altri in forma canzone.

Bart Schwertmann (voce), Marcel Singor (chitarra), Kristoffer Gildenlöw (basso, ex Pain Of Salvation) e Collin Leijenaar (batteria), i volti della nuova line up. (altro…)

frontQuattro album incisi in sette anni, in un costante crescendo; questo è stato sin qui il percorso discografico degli olandesi Silhouette, gruppo neo prog che si rifa al versante sinfonico (Genesis, Marillion, IQ, Big Big Train) con una impercettibile spruzzata di tinte psichedeliche. In materia forse è già stato suonato tutto ed il rischio di ripetersi quasi alla noia, è davvero palpabile; difficile apportare qualcosa di nuovo o diverso in questo segmento, forse uno tra i più inflazionati e/o saccheggiati nei decenni.

Cosa rimane allora ? Non molto, probabilmente. Aggrapparsi ad una buona dose di gusto, ad una perfetta scelta dei suoni, possibilmente al timbro incisivo ed intenso di un dotato frontman, riuscire ad indovinare ancora delle linee melodiche vincenti senza che queste richiamino all’eccesso quanto fatto in passato. (altro…)

frontUna band attiva da una vita tra risultati alterni, impennate e cadute, dedita non di rado alla produzione di rock-opera, assimilabile per certi versi ai Camel nella tipologia di sonorità: questo estremamente in breve il ritratto degli olandesi Kayak, antichi epigoni del progressive rock della stagione dorata ma che, come molti altri, rimasero schiacciati dalla supremazia dei gruppi storici di quel tempo.

Una carriera divisa in due fasi; la prima comprende la prima decade sino al 1982, quindi
lo scioglimento ed un lungo silenzio sino al 2000 quando la band, riformata dal tastierista Ton Scherpenzeel, pubblicò a sorpresa Close To the Fire. Da allora sono seguite altre uscite con una cadenza piuttosto regolare, sino ad arrivare a questa nuova pubblicazione (sedicesima della serie) intitolata Cleopatra – The Crown Of Isis.

Un doppio Cd, una rock-opera incentrata sui due personaggi cardine della vicenda e dunque Cleopatra (protagonista assoluta) e Giulio Cesare. (altro…)